Pergola trentina

In particolare è possibile fare una distinzione tra pergole singole (più usate in collina), . In genere questo sistema si compone di una serie di pali verticali a . Ecco come si realizza La pergola . Tradizione e rispetto del territorio! In Italia la pergola “da vino” è diffusa in alcune regioni: Trentino , Alto Adige, una parte del Veneto (Valpolicella e Soave), Emilia-Romagna e Abruzzo.

La viticoltura trentina è sempre stata legata alla pergola che è tuttora il metodo di allevamento della vite maggiormente diffuso. In Trentino si preferisce il tralcio rinnovato per il mi- nor vigore che questo sistema di allevamento con- ferisce alle viti, per i grappoli meno . La pergola trentina è attualmente la forma di allevamento più diffusa in provincia. Con questo sistema si consiglia una densità di impianto di almeno 3. In pianura questo sistema di allevamento non viene in pratica più consigliato e la sua realizzazione, salvo casi particolari . Assumono varie caratteristiche secondo la giacitura del terreno, collinare o di pianura. Esistono molte varianti a carattere locale, ma generalmente è costituita da pali verticali che sostengono una impalcatura orizzontale o obliqua, alla quale.

Di seguito ne verrà fatta una breve descrizione.

Alberate Tipiche della tradizione . La potatura prevede quattrocinque speroni di due-tre gemme e otto tralci lunghi quanto la larghezza del pergolato. Sopra: A) actinidia allevata a cordone semplice: B) actinidia allevata a cordone doppio: C) actinidia allevata a cordone triplo la pergola trentina , dalla quale differisce principalmente per il tetto. Viticoltura, pergola trentina nel più completo sito sul mondo del Vino e degli Alimenti, Quattrocalici. In passato oltre alla vite, la pergola era coltivata a ortaggi, granoturco e fieno per i bovini.

Tuttavia è possibile effettuare braccetti di diverse dimensioni, da 1fino a 2cm. Disponiamo di braccetti e accessori per impianti GDC. TRAVERSINA IN LAMIERA ZINCATA.

Spedizione con corriere a solo euro. Il Teròldego di Dorigati. Pergola trentina e veronese. Un vino che ha entusiasmato il . Luigi Salvo Elisabetta Foradori è chiamata la regina del Teroldego, il vitigno trentino così unico e particolare che affonda le radici delle sue pergole nei sassi calcarei, porfirici e granitici del Campo Rotaliano. Acquista il libro La potatura della vite.

Da oltre venticinque anni Elisabetta Foradori si impegna per il recupero del carattere originario . La potatura della pergola trentina prevede un indirizzamento dei rami e delle gemme in maniera tale da garantire una struttura chiusa o aperta a seconda che venga coperto tutto o solo in parte lo spazio dell’interfila. Videocassetta di Enzo Corazzina in offerta a prezzi imbattibili su Mondadori Store.

Complessivamente questa forma di allevamento si adatta alle condizioni ambientali del Trentino ossia un .